Editoriale #37


Rivoluzionaria riforma delle pensioni (annullate le riforme da Bismark - 1880 - in poi...) in Gran Bretagna: Il governo del conservatore David Cameron, ha infatti deciso che, raggiunta la soglia dei 55 anni, qualsiasi lavoratore in regola con i contributi potrà prelevare l’ammontare della somma in precedenza versata a scopo previdenziale per farne ciò che desidera.

Solo i lavoratori che hanno optato per la “Defined Contribution” (pensione proporzionale ai versamenti) possono riavere indietro il proprio capitale, con un prelievo unico oppure dilazionato nel tempo. Esclusi quelli che hanno optato per una pensione a prescindere dai contributi versati.

Non è tutto ora ciò che luccica, però, in quanto solo un quarto dei contributi così ritirati non saranno soggetti a tassazioni (quindi tax free), mentre per gli altri tre quarti scatterà la tassazione usuale.

E’ stato calcolato che su 150.000 sterline versate solo 100.000 andranno al lavoratore e ben 50.000 saranno dovute al fisco.


E così, mentre nel Bel Paese occorre il minimo di 20 anni di contributi per ottenere una prestazione pubblica (neanche a 67 anni), e vi sono milioni di pensioni minime generosamente elargite a chi non ha mai versato un contributo, oppure pensioni sproporzionate in reazione ai contributi versati, il tutto somma di un gigantesco voto di scambio da parte di sindacalisti e politici populisti inetti, oltremanica si lascia “libertà” ai cittadini di gestire il proprio futuro.

Italicum: la nuova legge elettorale al capolinea. Renzi: qui si fa l’Italia o si muore. Ha rischiato tutto su questa riforma, ma la maggiore opposizione si verifica all’interno del suo partito. Senz’altro poteva essere migliorata (durata della legislatura a 3 o 4 anni in caso di ballottaggi) con una critica positiva, non ora con infide proposte strumentali. In Italia il concetto di lealtà è distorto, anzi la slealtà viene premiata. Questo Parlamento e questo PD non vuole fare le riforme necessarie al Paese.




Sommario

25 aprile 2015 70 anniversario della liberazione: Bella ciao... di Mario Vanni

EXPO Milano 2015: inaugurazione 1° maggio

Confutare il mito che SNP sia progressista

Pace fatta fra Vaticano e LCWR (Congregazione di Suore Nordamericane)

Facciamo la spesa a tutto GAS di Giovanni Agnesi

Il primato della politica di Maurizio Pozzi



Attualità...
Cerca per etichetta...
Seguici su...
  • Facebook Basic Black
  • Twitter Basic Black
Archivio

Altri link dell'arcipelago progressista lombardo...

Ti è piaciuto quello che hai letto...? Con questo blog istituzionale dei Progressisti Lombardi, CONTIAMO ANCHE SU DI TE per darci una mano per migliorare il nostro, che è anche il Tuo mondo progressista! Con un click puoi fare una donazione libera e aiutarci a condividere sul blog informazioni, studi, ricerche che ci aiutino a far crescere insieme l'ecosistema progressista lombardo!

© 2015 "Progressisti Lombardi" di Silvano Zanetti, Milano