Editoriale #59


BREXIT: con una clamorosa smentita degli exit-poll all'uscita dai seggi il Leave sembra prevalere sul Remain per oltre mezzo milione di voti, con un'affluenza record (oltre 85% degli aventi diritto).

La UE che è stata costruita negli ultimi venti anni, ma specialmente dalla nascita dell'Euro, è ormai fallita.

All'interno dei ventotto paesi i più forti - Germania ed alleati - sono diventati ancora più forti, e gli altri sempre più comprimari. La UE a guida tedesca è fallita perché si è rivelata incapace di garantire a tutti uno sviluppo più armonico, che d'altronde avrebbe messo in dubbio la leadership del paese più forte. Gli elettori britannici di cultura medio bassa si sentono minacciati nella loro identità, quelli di ceto più elevato decideranno di rimanere nella UE solo per i vantaggi economici, finchè ci saranno. L'Europa dei popoli, per ora, è affossata dall'Europa dei burocrati e dal prevalere della legge del più forte.

Jo Cox, deputata laburista 42enne è stata assassinata da uno squilibrato il 16 giugno mentre si recava in Parlamento. In Gran Bretagna è il primo assassinio politico dal 1990 (cioè da quando i terroristi irlandesi dell'IRA decisero di deporre le armi). Amava il suo Paese, e amava il suo Yorkshire, ed era impegnata da sempre nel favorire l'integrazione degli immigrati irlandesi, pakistani, bengalesi. Era fortemente impegnata nel difendere le ragioni di chi, fra i britannici, vuole restare in Europa. In una immagine postata dal marito la vediamo in campagna con i suoi due figli ancora piccoli. Questa giovane mamma è stata uccisa da un fanatico nazionalista (urlante "British first!").Il marito Brendan Cox ha scritto cose molto belle denotando una grande forza d'animo: "Mi viene in mente l'immagine dei suoi figli a cui è stato negato un futuro con la mamma in nome di una cultura di odio e di disprezzo dell'altro. Fare di tutto per affermare le ragioni del dialogo, del rispetto, dell'ascolto, della tolleranza. La stessa cultura per la quale Jo Cox ha vissuto ed amato" il commento di Matteo Renzi.


Ballottaggio Municipali: M5S ed alleati eleggono 19 sindaci su 20 (laddove erano presenti al ballottaggio). La presenza di un terzo polo (M5S) apre scenari inediti, e induce alleanze estreme per far perdere il vincitore (relativo) del primo turno. Il PD, ormai unica espressione del ceto medio moderato, potrebbe mediare e scegliere di volta in volta l'alleato, ma la regola dovrebbe essere "mai combattere su due fronti". Aver lanciato la campagna del SI al referendum costituzionale già durante la campagna delle municipali ha tentato di spostare l'attenzione degli elettori dai problemi locali al voto costituzionale. In linguaggio di marketing quello che sarebbe dovuto sere un "aiutino" leader brand si è tramutato in un insuccesso.

L'arroganza non paga, ma nell'area dell'Italia settentrionale più omogenea dove i partiti tradizionali godono ancora della fiducia degli elettori contro i populisti fa eccezione la sconfitta del PD a Torino. Che il ceto produttivo piemontese abbia intuito che con il PD la crescita e la sperata rinascita economica non sarà possibile ed il dolce declino inevitabile...?


Approvazione definitiva della legge del “dopo di noi”. Con questa espressione ci si riferisce al periodo di vita delle persone disabili successivo alla scomparsa dei genitori/familiari. Destinatari delle misure di assistenza, cura e protezione nel superiore interesse delle persone con disabilità grave, non determinata dal naturale invecchiamento o da patologie connesse alla senilità, prive di sostegno familiare in quanto mancanti di entrambi i genitori o perché gli stessi non sono in grado di fornire l’adeguato sostegno genitoriale, nonché in vista del venir meno del sostegno familiare attraverso la progressiva presa in carico della persona interessata già durante l’esistenza in vita dei genitori.



Sommario



Attualità...
Cerca per etichetta...
Seguici su...
  • Facebook Basic Black
  • Twitter Basic Black
Archivio

Altri link dell'arcipelago progressista lombardo...

Ti è piaciuto quello che hai letto...? Con questo blog istituzionale dei Progressisti Lombardi, CONTIAMO ANCHE SU DI TE per darci una mano per migliorare il nostro, che è anche il Tuo mondo progressista! Con un click puoi fare una donazione libera e aiutarci a condividere sul blog informazioni, studi, ricerche che ci aiutino a far crescere insieme l'ecosistema progressista lombardo!

© 2015 "Progressisti Lombardi" di Silvano Zanetti, Milano