Patto per Milano, in sei anni investimenti per 1,5 miliardi



Il Patto per Milano è stato concordato e, ultimati gli ultimi ritocchi, sarà probabilmente presentato martedì in presenza del Premier Matteo Renzi.

Il piano, che prevede investimenti per 1,5 miliardi, mira a modernizzare e rendere più efficiente la città.

Tra i progetti preventivati:

il rinnovo della metropolitana, in particolare delle linee 2 e 5, oltre all’intervento sulla rossa per prolungare il collegamento fino a Cinisello Balsamo e gli investimenti per l’ammodernamento della verde;

la riqualificazione degli ex scali ferroviari per cui Ferrovie dello Stato stanzierà 130 milioni;

la soluzione del problema Seveso che riguarda soprattutto la periferia Nord (120 milioni);

il miglioramento delle periferie con la ristrutturazione e la messa in sicurezza degli edifici ex Aler (120 milioni);

l’internazionalizzazione, ovvero i rapporti con le grandi agenzie europee intenzionate a spostare la propria sede da Londra dopo il referendum che ha sancito la Brexit.


Un piano da 1,5 miliardi di euro negoziati tra Palazzo Marino e Palazzo Chigi: è il patto per Milano. Un accordo che ha l'obiettivo di definire i prossimi investimenti per la città, affrontando anche temi particolarmente spinosi come quello dei profughi (Milano, al momento, ne ospita 3.300, il maggior numero in Italia).

Il primo punto riguarda le metropolitane: 77 milioni di euro di investimenti per l'ammodernamento della linea Verde; la linea Lilla sarà invece prolungata fino a Monza, la Rossa fino a Cinisello Balsamo.

Il secondo punto tocca il tema degli scali ferroviari: saranno riqualificati con diverse tipologie di utilizzo, per una superficie totale di 1,2 milioni di metri quadrati. Maggiori dettagli li potete trovare a questo link.

Il terzo punto riguarda la messa in sicurezza del Seveso: 120 milioni di euro di fondi stanziati per risolvere il problema delle esondazioni (attraverso le vasche di contenimento) e la messa in sicurezza del Lambro.

Gli ultimi punti riguardano la valorizzazione delle periferie, con investimenti in case popolari, progetti sociali, infrastrutture e mobilità; il trasferimento a Milano delle agenzia internazionali del farmaco e delle banche, approfittando della Brexit e infine le strutture da utilizzare per l'accoglienza dei migranti.

Attualità...
Cerca per etichetta...
Seguici su...
  • Facebook Basic Black
  • Twitter Basic Black
Archivio

Altri link dell'arcipelago progressista lombardo...

Ti è piaciuto quello che hai letto...? Con questo blog istituzionale dei Progressisti Lombardi, CONTIAMO ANCHE SU DI TE per darci una mano per migliorare il nostro, che è anche il Tuo mondo progressista! Con un click puoi fare una donazione libera e aiutarci a condividere sul blog informazioni, studi, ricerche che ci aiutino a far crescere insieme l'ecosistema progressista lombardo!

© 2015 "Progressisti Lombardi" di Silvano Zanetti, Milano