Tutti i sacerdoti potranno assolvere le donne dal "peccato di aborto"


La decisione di Papa Francesco di facilitare il perdono per le donne che abortiscono a quanto pare preoccupa una parte del Vaticano. "C'è il rischio che le donne ora decidono di abortire perché credono erroneamente che saranno facilmente perdonate", ha detto l'ex membro della Curia Vescovo Gianfranco Girotti (79 anni) al giornale italiano "La Repubblica" (Martedì).


Il fatto che ora ogni sacerdote abbia il potere di assolvere questo grave peccato potrebbe indebolire la coscienza del peccato di aborto presso il clero italiano. Questo effetto si è verificato anche dopo il permesso all'assoluzione voluta da Giovanni Paolo II. Originariamente il Vaticano si riservava ( il diritto) il perdono dell'aborto, che aveva delegato ai vescovi. Mons. Girotti avrebbe condiviso le preoccupazioni di molti membri del clero in Vaticano. Tuttavia, si tratta di un "piccolo numero" che ha espresso insoddisfazione pubblicamente. Come reggente della Penitenzieria Apostolica, un tribunale del Vaticano, Girotti era responsabile tra l'altro per l'assoluzione per quello che ha definito "questi gravi peccati" nel 2012, in Vaticano.


Paolo Rodari in repubblica.it fornisce i nomi di coloro che non "tollerano qualsiasi apertura del Papa": Thomas C. Collins di Toronto Timothy Dolan di New York, Willem J. Eijk di Utrecht, Gerhard L. Müller, prefetto della Congregazione per la dottrina della fede, Wilfrid Fox Napier, arcivescovo di Durban, George Pell prefetto della Segreteria per l'economia Robert Sarah, prefetto della Congregazione per il culto divino e la disciplina dei sacramenti Jorge Urosa Savino L ., arcivescovo di Caracas, e Daniel di Nardo, presidente dei vescovi degli Stati Uniti.


Il Papa ha ignorato queste critiche e Lunedì ha pubblicato una lettera " Misericordia et Miseria" che consente a tutti i sacerdoti di poter assolvere il cosiddetto "peccato di aborto". Una deroga che Papa Francesco aveva già dato per l'Anno Santo, che si è concluso Domenica. Ora è applicato in modo permanente. Nella maggior parte dei paesi, una assoluzione sacramentale e la remissione della scomunica è stata possibile solo grazie ad alcuni confessori. Germania, Austria e Svizzera, la nuova pratica non cambia nulla; qui ogni sacerdote poteva concedere il perdono per un aborto prima che l'Anno Santo.

Papa Francesco non ha ancora modificato la sua sentenza in materia di aborto, solo propone il perdono divino, che è addirittura superiore a quello del cosiddetto "peccato di aborto". Questo non è un avallo, ma è sufficiente per permettere alle donne che hanno avuto aborti di ricevere l'assoluzione.






Attualità...
Cerca per etichetta...
Seguici su...
  • Facebook Basic Black
  • Twitter Basic Black
Archivio