Editoriale #75


Sono tutti daccordo che serve almeno "armonizzare" le leggi elettorali ma... non pare che si muova alcunché (almeno per quel che si capisce dai circoli milanesi...): il PD ha riproposto il Mattarellum, il M5S non parla con nessuno e vuole l'Italicum come modificato dalla Consulta anche al Senato; Berlusconi vuole il proporzionale per sperare di fare l'ago della bilancia; Salvini vuole votare subito con qualsiasi cosa... e così via.

La confusione regna sovrana e lo spread sale... naturalmente!

Nel PD D'alema e Bersani terrorizzano il popolo preannunciando catastrofi economiche( loro che non hanno mai lavorato "on the market" ( sotto padrone, per essere più chiari)pur di seppellire Renzi ( un estraneo alla tradizione consociativa ed imbelle). Le correnti PD vogliono un giorno il congresso, un altro le primarie, una altro ancora elezioni entro giugno, anzi poi si correggono nel 2018 per far imputridire il Paese senza guida.....


Il Presidente della Repubblica riceve il suo omologo tunisino e rilancia sulle partnership euro-mediterranee: "La centralità della regione del Mediterraneo è importante sia per l'Italia che per la Tunisia, centralità che rafforza i legami tra i nostri due paesi".


In una settimana, Donald Trump, il nuovo inquilino della Casa Bianca, ha già firmato 17 ordini esecutivi. I temi ed i contenuti di questi decreti danno un'indicazione della politica che deve essere condotta dalla sua amministrazione. Dall'immigrazione all'energia passando per la diplomazia, il presidente degli Stati Uniti ha iniziato i suoi primi giorni in ufficio con la volontà di moltiplicare i decreti e le iniziative per tradurre in realtà le sue parole d'ordine della campagna. "Firmeremo senza sosta il Lunedi, Martedì, Mercoledì, Giovedi, e Venerdì, e la stessa cosa la prossima settimana", ha avvertito a New York, nella sua unica conferenza stampa dopo la sua elezione. Di seguito una panoramica di 15 decreti già firmati da Trump: i numeri indicano l'ordine in cui sono stati firmati. 1. Ritardo dell'attuazione di tutte le disposizioni di legge sull'ObamaCare perchè potrebbero generare spese aggiuntive per il bilancio federale. 2. Sospensione dei finanziamenti alle ONG che promuovono l'aborto. 3. Riesame dei regolamenti non ancora adottati e in attesa di esame da parte dell'amministrazione. 4. Blocco delle assunzioni nelle agenzie federali. 5. Ritiro della Trans-Pacific Partnership (TPP). 6 e 7. Revival dei progetti di gasdotti e di accesso (Dakota Keystone XL). 8. Piano di gasdotto "Made in USA" (con materiali e attrezzature americani). 9. Audit del regolamento federale che incornicia la produzione negli Stati Uniti. 10. Riduzione dei requisiti per gli studi ambientali in occasione di importanti progetti infrastrutturali. 11. Pianificazione della costruzione di un muro al confine con il Messico. 12. Lotta contro i clandestini. Reclutamento di 10.000 agenti per servizi immigrazione. 13. Diminuzione del numero di profughi ospitati negli Stati Uniti nel 2017 (50000 invece dei 100000 previsti). Divieto di ingresso per i cittadini provenienti da 7 paesi arabi (Iran, Iraq, Siria, Libia, Sudan, Yemen e Somalia). 14. Valutazione della disponibilità di risorse militari e nucleari e per la difesa. 15. Incarico di 30 giorni allo stato maggiore dell'esercito per presentare una strategia militare per sconfiggere Daesh.


sommario


  • UE a due velocità. il piano della Merkel: l'Italia con l'euro di serie B.

  • Sapelli: “L’euro una gabbia creata dalla sinistra. Uscirne difficilissimo”

  • La germania sperimenta il reddito universale grazie al crowdfunding

  • Intervista a Dario Franceschini

  • Schiarita per assistenza e trasporto di alunni


Attualità...
Cerca per etichetta...
Seguici su...
  • Facebook Basic Black
  • Twitter Basic Black
Archivio

Altri link dell'arcipelago progressista lombardo...

Ti è piaciuto quello che hai letto...? Con questo blog istituzionale dei Progressisti Lombardi, CONTIAMO ANCHE SU DI TE per darci una mano per migliorare il nostro, che è anche il Tuo mondo progressista! Con un click puoi fare una donazione libera e aiutarci a condividere sul blog informazioni, studi, ricerche che ci aiutino a far crescere insieme l'ecosistema progressista lombardo!

© 2015 "Progressisti Lombardi" di Silvano Zanetti, Milano