Papa Francesco lamenta la banalizzazione degli "insulti"


Il pontefice, dopo gli attacchi contro di lui comparsi su un manifesto affisso a Roma,ha dato una una risposta molto chiara ai suoi critici: "le parole ingiuriose non è così grave e non comportano lo stesso senso di colpa, come omicidio, ma sono sulla stessa linea, perché sono i primi frutti e rivelano la stessa cattiveria ".

Il Papa ha fatto riferimento al comando di Gesù 'a "non uccidere", che comprende anche "i comportamenti che offendono la dignità dell'essere umano, le parole ingiuriose." "Siamo abituati a insultare, è come dire 'ciao'", ma "che insulta un fratello, fratello uccide nel suo cuore," ha sviluppato sulla Place Saint-Pierre, a intendere i fedeli di evitare insulti.

Sabato 4 febbraio, i Romani avevano scoperto più di 200 manifesti anonimi altamente offensivi affissi in tutta la città. "Dov'è la tua misericordia?" Chiese questi manifesti in romanesco, sotto un ritratto del pontefice argentino scontroso, accusato di aver "ignorato il cardinale" o "decapitato l'Ordine di Malta". I riferimenti alla recente attrito del Papa con l'ala conservatrice della Chiesa.

Il giorno dopo questo evento unico nel suo genere, il papa aveva chiamato all'Angelus i fedeli a stare lontano "semi di egoismo, invidia, calunnia". La scorsa settimana, il papa è stato preso di mira con l'invio su molti inquinanti cardinali e vescovi e-mail un falso "Osservatore Romano", il giornale ufficiale del Vaticano. Questa volta l'attacco effettuato sul tono del satira è più sottile ed è un insider pubblico. Si presenta in particolare il gesuita papa come avere molto evasiva sulla dottrina della Chiesa.

In questo manifesto sarcastico, Papa Francesco risponde alle domande poste in autunno da quattro cardinale ultraconservatori circa la nuova opportunità di dare la comunione ad alcuni divorziati risposati. Questi cardinali delusi avevano chiesto una risposta da parte del papa, che non ha mai risposto direttamente.

Intorno il pontefice ha minimizzato i due episodi della scorsa settimana. E in una intervista a fine novembre, rilasciato Giovedi dalla rivista dei gesuiti Civiltà Cattolica, Papa Francesco assicura di non avere bisogno di tranquillanti e di dormire in pace, nonostante gli avversari delle sue riforme e la "corruzione" presenta il Vaticano.

Questi attacchi dimostrano che il Papa Francesco allontana gli oppositori ( che rifiutano le sue riforme) dalle posizioni di responsabilità in Vaticano e questo induce paura. Fare le riforme è difficile, e richiederà che il Papa mostri la sua autorità nei circoli conservatori per riuscire finalmente a raggiungere la Chiesa per gli altri.

Attualità...
Cerca per etichetta...
Seguici su...
  • Facebook Basic Black
  • Twitter Basic Black
Archivio