Editoriale #78

MARCIA PER L’EUROPA – Il 25 Marzo 2017 segna il 60° anniversario del Trattato di Roma, il Trattato che ha istituito la Comunità Economica Europea. Negli scorsi sei decenni l’integrazione europea ha compiuto molti passi in avanti, ma oggi l’Unione europea rimane una costruzione incompleta, che rischia di franare sotto la pressione di crisi multiple e dall’ascesa del populismo e nazionalismo in molti paesi. Il 25 Marzo, i Capi di Stato e di Governo dell’Unione Europa si riuniranno nella capitale italiana per un Consiglio Europeo straordinario.

Brevi economiche della settimana. Le società partecipate, come Leonardo Finmeccanica, che hanno visto un avvicendamento al vertice non sono premiate dai mercati. All’Eurogruppo si decideranno le sorti della Grecia. Se vorrà convincere i creditori europei a sbloccare una nuova tranche di aiuti il paese, ancora fortemente indebitato, dovrà mostrare progressi rispetto all’ultima riunione di febbraio dei ministri dell’area euro, nella seconda fase del programma di aggiustamento macro economico.

Confermati i vertici di Eni ed Enel, Matteo Del Fante è stato cooptato per la guida di Poste Italiane (-0,62%), per cui è sempre più improbabile un nuovo collocamento in Borsa, mentre a Terna (-0,58% a 4,47 euro) approda Luigi Ferraris e l’ex Ad di UniCredit Alessandro Profumo guiderà Leonardo Finmeccanica. Tra gli altri mercati, la sterlina e l’oro guadagnano terreno, con il dollaro Usa che viene penalizzato dall’esito dell’ultimo G20 in Germania. I leader dei ministeri mondiali delle Finanze si sono piegati al volere dell’amministrazione Trump e non sono riusciti a trovare un accordo per la lotta al protezionismo. Petrolio sotto pressione per i persistenti timori legati all’offerta in eccesso.

Legge elettorale: non interessa più a nessuno. Tutto è rinviato alla elezioni del segretario PD previste per prima settimana di maggio.

Finalmente un accordo con la Libia per il controllo dei flussi migratori in partenza dai litorali libici fuori ccontrollo. L'accoglienza indistinta dei migranti di fatto è un favore per gli scafisti. La Spagna anni pochi anni aveva lo stesso problema: migliaia di immigrati clandestini

arrivavano alla Canarie provenienti dalle coste dell'Africa orientale, Senegal, Mauritania, Gambia etc. La soluzione: generosi aiuti economici ai governi, fornitura di mezzi navali, militari alla guardia costiera, nonchè discreti premi individuali alle ai guardiamarine.

E’ polemica per le frasi sconcertanti pronunciate dal ministro delle finanze olandese nonché presidente dell’Eurogruppo, Jeroen Dijsselbloem, nel corso di un’intervista al quotidiano tedesco Frankfurter Allgemeine Zeitung, uno dei tre giornali più letti in Germania: “Non puoi spendere tutti i soldi per alcol e donne e poi chiedere aiuto”. Il riferimento dell’olandese sarebbe ai paesi meridionali dell’eurozona tra cui l’Italia. Dijsselbloem ha così provocato la rabbia e l’indignazione anche all’interno del suo stesso partito dei socialisti europei, tanto che il presidente del gruppo Gianni Pittella si è chiesto se il ministro possa ancora essere considerato adatto a fare il presidente dell’Eurogruppo...

Non è la prima volta che Dijsselbloem esprime opinioni economiche e politiche che contraddicono la linea della famiglia progressista europea. Ora, con queste parole scioccanti e vergognose, è andato molto oltre usando argomentazioni discriminatorie contro i paesi dell’Europa del Sud. Non ci sono scuse o ragioni per usare un tale linguaggio specialmente da uno che è dovrebbe chiamarsi e dirsi progressista”.

La manovra aggiuntiva da 3,4 miliardi sui conti richiesta dall’UE all’Italia arriverà “parallelamente al DEF” o “forse qualche giorno dopo” certamente sarà pronta “entro la fine di aprile.Lo ha affermato il ministro dell’Economia, Pier Carlo Padoan, giungendo all’Eurogruppo a Bruxelles.

Martin Schulz è stato eletto nuovo presidente dell'SPD con il 100% dei voti, nell'ambito di un congresso speciale dell'SPD, in corso a Berlino.

Ecco alcuni passi del suo discorso: Il dovere di un cancelliere è "attraverso una Germania forte, tenere insieme un'Europa forte. La Germania e l'Europa sono inseparabili", ha aggiunto.

"Vogliamo che l'SPD diventi il partito più forte del Paese e io voglio diventare il prossimo cancelliere della Repubblica federale".

Francia: la lotta è serrata tra i candidati nonostante i guai giudiziari di Fillon e Marine Le Pen (per un uso disinvolto di fondi statali per i familiari). Una vittima di questo clima è stato il ministro degli interni Le Roux costretto a dimettersi su due piedi dopo che si è venuto a sapere che suoi due figli ancora minorenni erano stati assunti come portaborse del padre con rimborsi generosi (legali).

Londra: un altro attacco terroristico all'esterno del Parlamento con 5 morti( incluso l'attentatore) e 40 feriti. Ucciso l'attentatore che con un SUV 4x4 ha travolto decine di persone prima di tentare di entrare nel Parlamento uccidendo con un pugnale un poliziotto. Come in Francia dopo l'attentato di Orly (anche in quel caso il terrorista restò ucciso) il terrorismo è endemico in alcuni paesi europei maggiormente esposti sul piano politico in Medioriente.

sommario



Attualità...
Cerca per etichetta...
Seguici su...
  • Facebook Basic Black
  • Twitter Basic Black
Archivio