Editoriale #80


A meno di una settimana dal primo turno elettorale in Francia è sempre più testa a testa tra Marine Le Pen (22%), Emmanuel Macron (22%), François Fillon (21%) e Jean-Luc Mélenchon (18%), i quattro candidati in vantaggio nella gara per le presidenziali francesi. Al secondo turno Emmanuel Macron vincerebbe sulla Le Pen, 64% a 36% , come François Fillon, che batterebbe la candidata di estrema destra 60% a 40%.


LA CRISI ESISTENZIALE DEI PARTITI DI SINISTRA EUROPEI.

01 - Il partito socialista Francese :imploso

Data Fondazione : 1969

  • Primo segretario: Jean-Christophe Cambadélis

  • Risultati alle ultime elezioni legislative : 29,35% (2012)

Il PS Francese è in testa alla lista dei partiti di sinistra in crisi. L'attuale Presidente Hollande è il primo Presidente della Quinta Repubblica a non cercare la rielezione, l'ex primo ministro Manuel Valls, trombato alle primarie, non supporta il candidato del suo partito a presidente . Benoît Hamon - è dato quinto da alcuni sondaggi - ma ancora più grave il parricidio-dell 'outsider Emmanuel Macron ... mai visto. Che contrasto con il 2012, quando il partito ha vinto all'Eliseo e Matignon, controllava l'Assemblea ed il Senato, così come la stragrande maggioranza delle regioni! Durante i cinque anni di Hollande , Il PSF è stato sopraffatto sia sulla sinistra da Jean-Luc Mélenchon sia sulla sua destra da un meteorite social liberale ( Macron).

02 - Il Pasok graco. volatilizzato Le Pasok grec volatilisé

  • Fondazione 1974Fondation : 1974

  • Presidente : Fofi Gennimata

  • Risultati alle ultime legislative : 6,28% (2015)

Il futuro del partito socialista greco fa sudar freddo tutti i loro cugini del continente: mentre avevano ancora ottenuto il 43,9% dei voti nel 2009, essi sono praticamente scomparsi nel 2015 con solo 17 membri nel Vouli (Parlamento ). Ora si parla di "pasokisation" quando la base di un partito svanisce improvvisamente. Fu il figlio del fondatore Andreas Papandreou, Giorgos, che divenne primo ministro nel 2009, a smascherare il trucco dei conti pubblici avvallati dai governi precedenti , a causare la messa sotto tutela della Grecia 'austerità drastica e crisi sociale che dura fino ad oggi. E 'in questo contesto travagliato che Syriza, il movimento radicale di sinistra di Alexis Tsipras, ha potuto arrivare al potere.

03 - Partito Laborista Inglese " corbynisato"

  • Fondazione .1900

  • Leader : Jeremy Corbyn

  • Risultato alle ultime elezioni : 30,4% (2015)

Il Laboristi vivono una situazione particolarmente confusa. Il suo leader Jeremy Corbyn, 67anni, è respinto da quasi tutti i quadri del partito, che lo vedono come un ideologo arcaico, e per il rifiuto di impegnarsi per mantenere il Regno Unito nell'Unione europea durante il campagna per il referendum nel 2016. Ma il deputato di Islington continua nonostante tutto, grazie al massiccio afflusso di nuovi membri attratti dalla sua linea molto a sinistra. Egli non ha alcuna possibilità, tuttavia, con questo posizionamento, di vincere le elezioni - in Scozia, il partito è quasi scomparso a favore del pro-indipendenza SNP Nicola Sturgeon. Alcuni politilologi considerano probabile una scissione dei Laboristi, come il Partito Democratico italiano.

04 - Il PSOE Spagnolo ParalizzatoLe PSOE espagnol paralysé

  • Fondazione : 1879

  • Leader intérim : Javier Fernández

  • Risultati alle ultime elezioni legislative : 22,63% (2016)

Con l' ascesa dei centristi Ciudadanos e Podemos partito anti-sistema, la Spagna è diventata difficile da governare. Nessun governo poteva essere formato dopo le elezioni del dicembre 2015, e gli spagnoli si sono recati alle urne nel mese di giugno. Ma la situazione di stallo permaneva. Dopo un lungo dibattito, i socialisti finalmente decidono di permettere a Mariano Rajoy, il premier uscente conservatore, di formare un governo di minoranza. Il segretario generale del PSOE, Pedro Sánchez, che ha sostenuto al contrario una linea dura opposizione a Rajoy, dovette fare le valigie. L'andalusa Susana Díaz tenta da allora di controllare il partito.

05 - PD partito democratico Italiano lacerato

  • Fondazione : 2007

  • Présidente : Matteo Orfini

  • Risultato alle ultime elezioni legislative : 25,48% (2013)

Fondato nel 2007, dalla fusione tra gli ex comunisti meno settari, socialisti e l'ala sinistra della Democrazia Cristiana, il PD è stato di recente in una posizione di forza: ha ottenuto alle Europee 2014 il 40,8% dei voti. Una performance che ha lanciato Matteo Renzi a presidente del Consiglio . Ma una serie di battute d'arresto dello scorso anno, la perdita delle città di Roma e Torino, e in particolare il fallimento del referendum del dicembre sulla riforma costituzionale, hanno crea evidenziato le divisioni all'interno che hanno provocato una scissione della sua ala sinistra. Matteo Renzi ha dovuto dimettersi a febbraio dal suo incarico di segretario generale, dopo aver lasciato a dicembre Palazzo Chigi Paolo Gentiloni. Ma attivamente sta preparando dietro le quinte,il suo molto probabile ritorno.


06 - Il PvdA olandese evaporato

  • Fondazione : 1946

  • Leader : Lodewijk Asscher

  • Risultato alle ultime elezioni legislative : 5,7% (2017)

Nelle recenti elezioni olandesi oltre al relativo fallimento del populista Geert Wilders, si è assistito allo schiaffo ricevuto dai Laboristi PvdA, che passano da 38 a 9 seggi nella Tweede Kamer (Seconda House of Parliament). Membro del dimissionario coalizione di centro-destra, hanno sperimentato la stessa sorte dei socialdemocratici tedeschi nel 2009, dopo quattro anni di alleanza con Angela Merkel. Gli elettori di sinistra si sono riversati sui Verdi, guidati dal carismatico Jesse Klaver, 30, il "Dutch Justin Trudeau." Ecologisti batavi, che sembrano avere il gusto del pericolo, esplorare la possibilità di aderire ad una nuova coalizione di centro-destra.


07 - I socialisti portoghesi rinvigoriti

  • Fondazione : 1973

  • Segretario generale : António Costa (Premier ministre)

  • Risultati alle ultime elezioni legislative : 32,31% (2015)

PS Il portoghese ha avuto gli stessi problemi come i suoi vicini e, durante le elezioni di fine 2015, è arrivato secondo dietro alla destra. L'uscente conservatore primo ministro, Pedro Passos Coelho, pensava di poter contare su di Lui per un nuovo governo. Invece, é stato il combattivo di António Costa, che ha inventato un nuovo accordo, denominato "geringonça" (il "coso"), con le altre due forze di sinistra a diventare primo ministro. In primo luogo con il partito comunista, non ortodosso e fino a quel momento storico nemico del PS molto centrista. Poi con il blocco di sinistra, una formazione di radicali vicini a Syriza e Podemos. Né l'uno né l'altro sono al governo, ma finora il patto tiene.

08 - SPD ( Socialdemocrazia Tedesca) alla riscossa

  • Fondazione : 1863

  • Présidente : Martin Schulz

  • Risultati alle ultime legislative : 25,7% (2013)

La SPD, (SocialDemocraziaTedesca) madre di tutti i partiti socialdemocratici del continente, riaccende le speranze nel 2017: a volte basta un nuovo capo per innescare uno slancio positivo. Asfaltato da quattro anni di coalizione con la formidabile Angela Merkel che ruba le sue idee, il partito era rassegnato a fine 2016, ad una nuova sconfitta legislativa nel mese di settembre. Poi colpo di scena nel mese di gennaio: il presidente Sigmar Gabriel ha gettato la spugna e invia un veterano dell'Europa, Martin Schulz, che vanta nessun compromesso in Germania poichè ha effettuato tutta la sua carriera a Bruxelles. Sessantenne ha portato un nuovo tono e si è distanziato dalle riforme di Gerhard Schröder. Le intenzioni di voto per la SPD hanno avuto un rimbalzo spettacolare, ma l'effetto Schultz non ha impedito il trionfo della CDU di Merkel in Saarland alcune settimane fa.

sommario


Attualità...
Cerca per etichetta...
Seguici su...
  • Facebook Basic Black
  • Twitter Basic Black
Archivio