Présidenziali Francia 2017: Benoit Hamon socialista tradito da tutti 'i compagni'


Non mi aspettavo così tanti tradimenti." Benoît Hamon sembra disilluso da quando ha vinto le primarie della sinistra. Il candidato subisce attacchi multipli dal suo stesso campo. Nel suo tributo a Henri Emmanuelli, morto il 21 marzo, l'ex ministro ha "negato" che la sinistra voglia seguire l'ex Presidente dell'Assemblea "nella tomba." "Questo è quello che mi ha insegnato Henri Emmanuelli: affrontare i problemi quando si ha l'onore di servire lo stato e la sinistra, ".

Questa frase risuona in un modo speciale e potrebbe coinvolgere sia Jean-Luc Mélenchon sia Manuel Valls e parenti che si sono rifiutati di sponsorizzare Benoît Hamon. Nei sondaggi, il candidato che vuole battere il cuore della Francia, si pazza dietro al candidato della "France ribelle" e arriva quinto. Marine Le Pen avrebbe superato Emmanuel Macron di punto nel primo turno delle elezioni presidenziali, con il 25% e il 24%, molto più avanti di François Fillon (18%). Jean-Luc Mélenchon otterrebbe il 14% dei voti contro il 12% per Benoît Hamon, Ossessione Mélenchon ?

Per la prima volta dall'inizio della campagna, il candidato ha preso di mira Jean-Luc Mélenchon. Benoît Hamon, vincitore delle primarie del PSF ha detto: "Tre candidati alle elezioni presidenziali, M. Fillon, M. Mélenchon e la signora Le Pen hanno espresso ammirazione per M. Poutin, che ha appena arrestato700 avversari ".

In RTL, la replica del campo di Mélenchon non si è fatta attendere. Il suo portavoce ha risposto Alexis Corbière :. "(...) voglio dire a Benedetto, calmati, prendere un bel po 'di tè (...) fai 'la tua campagna, ti prego, rispetta l'accordo che abbiamo avuto, di non dare colpi sotto la cintura. "

Pugnalato alla schiena D'altra parte, Benoît Hamon è stato tradito dai socialisti. Manuel Valls ha detto che non avrebbe sponsorizzato il candidato della sinistra. Su France 2, il vincitore delle primarie della sinistra ha denunciato la "pugnalata alla schiena" piantata da "cacicchi che vogliono rimanere al potere." Benoît Hamon ha lanciato "un appello solenne" per i "cittadini della sinistra.", spiega. L'ex ministro dell'Istruzione anche fatto appello a Jean-Luc Mélenchon. "Chiamo i socialdemocratici, i comunisti e Jean-Luc Mélenchon fautori del progresso sociale e della democrazia, per unire le forze e non lasciare che le forze di distruzione, le forze del denaro presiedano al destino del nostro paese."


Attualità...
Cerca per etichetta...
Seguici su...
  • Facebook Basic Black
  • Twitter Basic Black
Archivio

Altri link dell'arcipelago progressista lombardo...

Ti è piaciuto quello che hai letto...? Con questo blog istituzionale dei Progressisti Lombardi, CONTIAMO ANCHE SU DI TE per darci una mano per migliorare il nostro, che è anche il Tuo mondo progressista! Con un click puoi fare una donazione libera e aiutarci a condividere sul blog informazioni, studi, ricerche che ci aiutino a far crescere insieme l'ecosistema progressista lombardo!

© 2015 "Progressisti Lombardi" di Silvano Zanetti, Milano