Che significa " destra" e "sinistra" in Germania se sia CDU , sia SPD sono centr



Le vecchie abitudini sono dure a morire. Ai giornali, tra cui il Washington Post, la crescita dei Social Democrats (SPD) nei sondaggi all'inizio del 2017 dopo aver nominato Martin Schulz come cancelliere è un segno della "sinistra storica". Al contrario, l'Alternativa per la Germania (AfD) è più frequentemente trattata come parte di una tendenza globale "populista di destra" che include anche la vittoria elettorale di Brexit e Donald Trump negli Stati Uniti. Secondo i sondaggi, sei partiti saranno probabilmente rappresentati nel prossimo Parlamento tedesco dopo le elezioni nazionali di settembre: il centro-destra CDU-CSU, la SPD di centro-sinistra, l'AfD di destra, il partito La Sinistra, i leftist Verdi e liberali democratici liberi (FDP). Come lo schema a sinistra-destra può essere applicato a questo spettro politico? E per i tedeschi la destra e la sinistra hanno lo stesso significato come, ad esempio, per gli americani? Il significato dei termini, originato dalla rivoluzione francese del 1789, è cambiato nel corso degli anni e varia da cultura alla cultura. E adesso sembra che stiano attraversando un altro cambiamento significativo del paradigma. Due cause per questo sviluppo sembrano particolarmente importanti: la deriva socialdemocratica del cancelliere conservatore tedesco, Angela Merkel, e la ripresa del nazionalismo populista negli Stati Uniti e altrove. Questi e altri fattori rendono sempre più difficile parlare di prospettive costanti di destra o di sinistra, come suggeriscono alcuni esempi.

Nazionalismo e NATO Tradizionalmente, il CDU-CSU conservatore è stato sia il partito politico di maggioranza nazionalista che quello che sostiene i legami più stretti con la NATO. Per lungo tempo i conservatori hanno respinto la nozione di una Germania come paese che cerca di attrarre e integrare gli immigrati. Che è cambiato in gran parte con la Merkel. Sotto la sua guida, i conservatori non solo hanno adottato una posizione accogliente nei confronti dei rifugiati, ma hanno anche visto che l'immigrazione è cruciale per il futuro della Germania - anche se una lieve maggioranza si oppone ancora all'idea della doppia cittadinanza. Le vecchie divisioni politiche sulla NATO stanno sparendo Ciò ha aperto lo spazio politico per l'AfD nazionalista-populista, i cui membri sono ostili non solo ai rifugiati ma all'immigrazione in generale. "La Germania ai tedeschi" è il motto ei dirigenti AfD hanno spesso usato un linguaggio razzista. In risposta alla discussione di Trump sul valore della NATO per gli Stati Uniti, la SPD e i Verdi si sono uniti ai conservatori per sostenere l'alleanza militare - tradizionalmente non esattamente una posizione di sinistra. Il partito La Sinistra ( Die Linke), che ha le sue origini nel partito socialista Unità dell'ex Germania comunista comunista, è anti-NATO e sostiene la Russia, mentre la SPD e i verdi sono molto critici per Vladimir Putin. L'AfD apparentemente lontano dalla destra vuole ridurre la NATO ad un'alleanza puramente difensiva e ritirare le truppe tedesche inviate all'estero. E come Trump, ha molto tempo per Putin - la piattaforma del partito invita la Russia a diventare un "amico" della Germania nello stesso senso degli Stati Uniti. I sondaggi indicano che la festa è popolare tra gli immigrati in Germania dalla Russia (i cosiddetti "tedeschi russi") - un'altra indicazione che la politica estera sinistra di destra divisa dalla guerra fredda è stata cancellata. L'Unione europea e gli accordi commerciali La divisione sulla politica verso l'UE non è tra destra e sinistra, ma tra il centro e gli estremi. Mentre i conservatori, gli SPD, i Verdi e il FDP sono fiduciosi sostenitori del blocco europeo, l'AfD vuole che la Germania lascia l'UE e l'euro, e l'atteggiamento del partito La Sinistra è ambivalente. I leader del partito di sinistra hanno lanciato il Brexit come risultato delle ingiustizie sociali all'interno dell'UE e hanno sostenuto per le drastiche revisioni del trattato UE. Gli accordi commerciali, come la CETA, oppositori a destra e a sinistra. Non è forse una sorpresa che il CDU-CSU e il FDP siano favorevoli agli accordi commerciali internazionali come TTIP e CETA. Quello che più si adatta alle categorie tradizionali è il fatto che l'AfD, il partito Die Linke e i verdi si oppongono, così come Donald Trump, anche se per ragioni estremamente diverse. I dirigenti della SPD, in particolare il ministro dell'economia e l'attuale ministro degli esteri Sigmar Gabriel, hanno sostenuto vigorosamente le trattative internazionali, nonostante temono di svantaggiare le persone che lavorano in Germania. L'economia e la politica fiscale Questa è un'area in cui la concezione tradizionale di destra e di sinistra sembra ancora in gran parte sembrare applicare. In linea di principio, il CDU-CSU e il FDP sono per le tasse basse e l'austerità fiscale e contro le normative governative in materia di affari, mentre la SPD, i Verdi e la sinistra favoriscono un governo che cerca attivamente di ridistribuire la ricchezza. Nel complesso, anche le politiche fiscali tedesche conservatrici sarebbero considerate di sinistra negli Stati Uniti, dove la diffidenza della spesa pubblica è alta. Le politiche economiche di AfD sono un miscuglio di destra e sinistra. Da una parte, il partito sostiene politiche tradizionali di destra come l'ostilità ai sussidi statali, limiti superiori alle imposte sul reddito e bilanci bilanciati, ma si oppongono anche alla privatizzazione delle proprietà governative e introdurranno test indipendenti di prodotti per impedire alle imprese di obsolescenza ingegneristica. L'AfD inoltre favorisce programmi di beneficenza sociale estremamente generosi per le famiglie. Sicurezza e libertà personaleL'AfD supporta le posizioni di legge e di ordine familiari dagli Stati Uniti direttamente sul bordo, ma stranamente la loro piattaforma a corto corto non menziona mai la parola "terrorismo". Il CDU-CSU vuole rafforzare la polizia ed i servizi di intelligence nell'interesse della lotta al terrorismo, mentre la sinistra e i verdi si oppongono ad una maggiore sorveglianza statale. La SPD è piuttosto ambigua sul tema - forse perché, come membro junior( minoritario) della grande coalizione governativa, è andato avanti con misure di legge e ordine tradizionalmente conservatrici.La sorveglianza è un'altra questione che divide i partiti tedeschi lungo linee sconosciute.La grande anomalia, almeno in confronto al paesaggio politico americano, è il FDP, conosciuto anche come i liberali. I tedeschi non utilizzano la parola come un sinonimo peggiorativo per la (lontana) sinistra, ma piuttosto indicare un forte sostegno per le libertà individuali politiche ed economiche. Quindi, un "liberale" in Germania ha più in comune con un libertario che, per esempio, Il socialista Bernie Sanders.

Elite e stranieri sociali

L'equazione tradizionale qui è che i partiti di destra difendono gli interessi delle elite al potere mentre quelle di sinistra fungono da sostenitori per gli svantaggiati. Quelle categorie sono state definite innanzitutto per classe. Ma i populisti hanno sollevato la pretesa di essere i portavoce esclusivi per la gente comune , additando anche i sostenitori degli svantaggiati come beneficiari elitari di un sistema corrotto. Anche qui, la divisione è meno tra destra e sinistra che tra forze politiche consolidate e nuovi arrivati. La retorica anti-elitistica è onnipresente nell'AfD. Infatti è senza dubbio la ragion d'essere del partito. Il partito sinistro, anche a volte, corre contro le élite, come fanno alcune figure nella SPD, mentre i verdi tendono a non farlo. Ambiente e energia.

Queste questioni rappresentano il pane ed il burro del Partito Verde, naturalmente, ma la storica destra-sinistra storica la considera una cosa del passato. La decisione di Angela Merkel nel 2011 di sostenere la sospensione dell'energia nucleare in Germania ha allineato i conservatori con posizioni di solito associate alla sinistra. Questo ha aperto spazio politico per altri partiti. L'AfD vuole invertire completamente le politiche energetiche della Germania, estendendo le vite operative delle centrali nucleari del Paese e smantellando incentivi governativi per le fonti energetiche rinnovabili. Il FDP vuole anche ribaltare la legge sulle energie rinnovabili della Germania. La SPD e la sinistra sostengono la politica energetica corrente della Germania, anche se non è una priorità per entrambe le parti.


Riportiamo sotto le tendenze misurate nell'interesse (al 6 settembre) da parte di GoogleTrends: come si vede la situazione fra i primi 5 partiti non é nettamente ordinabile...

Archivio