La povertà in Francia


In uno studio sugli standard di vita, INSEE ha contato 8,9 milioni di persone in Francia che vivono al di sotto della soglia di povertà. Un tasso che riporta al livello del 2012.

"Oggi, la povertà non avanza più in Francia"politica proattiva sulla povertà" del suo governo. Secondo una nota INSEE su "standard di vita", "entro il 2015, 8,9 milioni di persone vivono al di sotto della soglia di povertà" (pari a 1.015 euro al mese per una persona che vive da solo).sale [...] al 14,2% della popolazione, leggermente superiore rispetto al 2014 (14%)". Naturalmente, l'istituto osserva che il divario è così basso "non si può comunque concludere un aumento del tasso di povertà". Ma anche stabile, questo livello di povertà raggiunge il livello del 2012 dopo un calo nel 2013 (13,8%) e un aumento nel 2014 (14%).Più poveri (meno poveri) e ricchi ... anche più ricchi. Manuel Valls un po 'un anno fa, nel suo forum di Facebook, difendeva la sua " Di conseguenza, il tasso di povertà "

In dettaglio, secondo l'INSEE, "il 66,2% delle famiglie che beneficiano dell'RSA vive sotto la soglia di povertà (+ 0,3 punti in un anno) e il 42% delle famiglie che ricevono la vecchiaia minima (+ 0,3 punti) ". Solo buone notizie: le persone più povere sono un po 'meno. "Lo standard mediano di vita delle persone povere aumenta in realtà più della linea di povertà", scrive INSEE nella sua nota: "è in parte la conseguenza delle misure sociali mirate alle persone povere" dei vari "piani di povertà" dei governi di Ayrault e Valls. O: un aumento del 9% del supplemento familiare pagato alle famiglie più ricche, rivalutazione dell'assegno di assistenza familiare riservato a singoli genitori che non ricevono il sostegno, aggiornando l'RSA ...

"Degrado" per i disoccupati Inoltre, secondo questo studio INSEE, se "il livello di vita migliora" per i lavoratori dipendenti, si "deteriora per i disoccupati", in calo dell'1,2%. "Ciò è spiegato da un aumento del numero di lavoratori disoccupati (+ 2%) o mai lavorato (+ 1%). [...] Ciò comporta una significativa diminuzione degli importi delle prestazioni di disoccupazione ricevute ", si legge.

D'altra parte, secondo l'INSEE, "gli standard di vita sono in aumento dopo diversi anni di declino, l'incremento è particolarmente marcato per i più ricchi". Dopo un calo dal 2012 al 2014, il 10% dei più ricchi francesi "aumenta notevolmente" le loro condizioni di vita, anche se rimangono inferiori a quelle misurate nel 2011. "Questa inversione può essere spiegata dal dinamismo di salari e pensioni, ha detto l'Istituto. L'aumento sta diventando più pronunciato come il livello di vita aumenta ". In Francia, gli indicatori che misurano le disuguaglianze in Francia sono" stabili ", afferma François Hollande. per sostenere che il quinquennio dell'ex Presidente della Repubblica è stato segnato da una diminuzione delle disuguaglianze. E anche se INSEE, alcuni mesi fa, ha sottolineato in un altro studio che le riforme fiscali e sociali attuate nel 2015 erano state a favore di ridurre le disuguaglianze.

Attualità...
Cerca per etichetta...
Seguici su...
  • Facebook Basic Black
  • Twitter Basic Black
Archivio