Editoriale #97a


StartFragment

EURISPES: quattro italiani su 10 arrivano a fine mese usando i risparmi e solo il 30,5% riesce a far quadrare i conti.

Il 18,7% riesce a risparmiare mentre il 29,4% ha difficoltà a pagare le utenze. Inoltre, il 23,2% ha difficoltà ad affrontare spese mediche, il 25,4% a sostenere il mutuo e il 38% a pagare l'affitto. Lapidaria l'analisi del Presidente dell’Eurispes, Gian Maria Fara: “La mancanza di responsabilità è diventata un elemento distintivo del vivere quotidiano ed il principale comune denominatore di una serie di vicende che hanno caratterizzato la vita pubblica italiana su diversi fronti. Una caduta del senso di responsabilità che dai piani alti della società si trasferisce a livello dei singoli soggetti rendendo sempre più difficile la tenuta degli stessi rapporti sociali e interpersonali".


EndFragment

Due settimane dopo il collasso della rivale Carillion, un altro gigante britannico degli appalti è entrato in crisi. I titoli hanno perso il 45% in Borsa, la percentuale più alta degli ultimi 24 anni, dopo che il gruppo del settore delle costruzioni ha annunciato che avrebbe varato un aumento di capitale e interrotto l’erogazione del dividendo.La decisione arriva a sorpresa e crea turbolenze nei mercati finanziari, sempre più preoccupati dallo stato di salute del settore degli appalti edilizi nel Regno Unito.

La relazione di maggioranza della Commissione d'inchiesta Parlamentare sul sistema bancario italiano, è passata grazie alle assenza di Forza Italia e il documento finale è stato approvato con 19 voti a favore (dell’area Dem e centristi, sei assenti di Forza Italia) e 15 contrari.

La Commissione è giunta a ritenere che in tutti i 7 casi di crisi bancarie oggetto di indagine le attività di vigilanza sia sul sistema bancario (Banca d’Italia) che sui mercati finanziari (Consob) si siano rivelate inefficaci ai fini della tutela del risparmio. La disamina e l’approfondimento di alcuni eventi che hanno contraddistinto l’azione della vigilanza – nella specie di Banca d’Italia e Consob– ha fatto emergere, nell’ambito dell’inchiesta – oggettive debolezze nella collaborazione e nello scambio reciproco di informazioni rilevanti tra i due organismi.La Consob dotata di maggiori poteri ispettivi rispetto alla Banca d’Italia, non pare averli utilizzati adeguatamente (avendoli attivati in due sole occasioni) né aver, di fatto, conseguito risultati significativi. In effetti sulla base di quanto emerso dai lavori della Commissione, gli interventi attuati dalla Consob non hanno portato all’individuazione tempestiva di quelle criticità che solo l’Autorità Giudiziaria ha poi accertato, quando ormai i fatti contestati si erano da tempo consumati”.Ma è davvero stato utile la Commissione banche per mettere luce sulle crisi avvenute negli ultimi anni? “L’unica funzione dell’organismo è stata quella di palcoscenico a servizio della campagna elettorale." E' così quasi ovunque in ogni Paese Democratico..


Romano Prodi lancia l’assist a Matteo Renzi.

Sapete benissimo che ho sempre lavorato per la unità del Centrosinistra. E quindi io solo questo posso ripetere (…) Liberi e Uguali non è per l’unità del Centrosinistra. Punto. Renzi, il gruppo che gli sta attorno, il Pd e chi ha fatto gli accordi con il Pd sono per l’unità del Centrosinistra. Grasso, D’Alema e Bersani? In questo momento non sono per l’unità del Centrosinistra. Punto”.


Aumenta il Lavoro in nero Secondo uno studio realizzato dal Censis per Confcooperative, dal titolo ‘Negato, irregolare, sommerso: il lato oscuro del lavoro’, tra il 2012 e il 2015 “mentre nell’economia regolare venivano cancellati 462 mila posti di lavoro (260 mila riconducibili a quello svolto alle dipendenze e 202 mila nell’ambito di quello indipendente), la schiera di chi era occupato illegalmente cresceva di 200 mila unità, arrivando a superare quota 3,3 milioni”.

Rivolgendosi al lavoro irregolare le aziende riducono il costo del lavoro del 50% ed oltre mettendo spesso fuori mercato le aziende che operano nella legalità. I lavori in nero più richiesti? Ai primi posti troviamo il personale domestico, seguito da agricoltori, lavoratori nel settore alloggi e ristorazione e infine attività artistiche. Le regioni dove è presente maggiormente il lavoro irregolare? Calabria e Campania con il 9,9% e 8,8%, seguite da Sicilia (8,1%), Puglia (7,6%), Sardegna e Molise (entrambe con il 7,0%).


Scelta dei Candidati e di una classe dirigente al Parlamento: Solo il M5S ha scelto i propri candidati con una votazione on line, anche se non troppo trasparente, e che ha portato ad alcune esclusioni ed inclusioni pilotate dall'alto. Le segreterie degli altri partiti hanno invece imposto i loro candidati premiando la fedeltà: alle minoranze interne solo le briciole...


Sommario








Attualità...
Cerca per etichetta...
Seguici su...
  • Facebook Basic Black
  • Twitter Basic Black
Archivio

Altri link dell'arcipelago progressista lombardo...

Ti è piaciuto quello che hai letto...? Con questo blog istituzionale dei Progressisti Lombardi, CONTIAMO ANCHE SU DI TE per darci una mano per migliorare il nostro, che è anche il Tuo mondo progressista! Con un click puoi fare una donazione libera e aiutarci a condividere sul blog informazioni, studi, ricerche che ci aiutino a far crescere insieme l'ecosistema progressista lombardo!

© 2015 "Progressisti Lombardi" di Silvano Zanetti, Milano