Mucca Pazza: come fu sconfitta in Gran Bretagna


VCJD (malattia variante di Jakobs e Creutzfeld) è una malattia degenerativa del cervello negli esseri umani che si pensa sia causata da una proteina prionica anormale nel cervello. La sua origine più probabile è l'esposizione al prione della BSE (encefalopatia spongiforme bovina)attraverso il consumo di bovini infetti da BSE ,perchè alimentati con farine di ovini.

Mitologia greca insegna: mai andare contro natura...

In occasione dei giochi funebri in onore di Pelia, la dea Afrodite, irritata per il trattamento che Glauco riservava ai suoi animali, li fece scappare dalla stalla il giorno precedente alla gara. Condotti ad un pozzo sacro, essi mangiarono un'erba che dava follia, quindi tornarono alla scuderia.Il giorno della gara, Glauco salì sulla biga, ma ne fu sbalzato poiché i cavalli si imbizzarrirono. Imbrigliato nelle redini, i cavalli lo trascinarono per tutto lo stadio, quindi gli si gettarono addosso e lo divorarono.Glauco di Corinto possedeva dei cavalli che nutriva con carne umana e preservava da qualsiasi accoppiamento perché risultassero sempre i più veloci nelle corse coi carri.



A novembre 1986 la malattia encefalopatia spongiforme bovina - BSE - viene identificata per la prima volta dal laboratorio veterinario centrale del governo. Il primo caso della malattia fu trovato nella mandria del contadino del West Sussex, Peter Stent, che aveva contattato i veterinari dopo aver trovato una delle sue mucche che si comportava in modo anormale. I ministri sono informati della nuova malattia, ma in questa fase non è chiaro se sia trasmissibile. Veterinari e scienziati sono perplessi. Concludono che l'ESB è una malattia "prionica" come la scrapie e si pensa che potrebbe essere stata causata da carcasse di animali infetti o frattaglie trasformate in mangimi per il bestiame.

In Gran Bretagna da anni le frattaglie di ovini sono trasformate dopo trattamento termico in autoclave in farine per bovini. Animali erbivori alimentati con farine di animali: un insulto alla natura. I prioni sono proteine mutate che causano danni cerebrali fatali. Il cervello dei sofferenti diventa spugnoso e pieno di buchi. I sintomi tipici includono perdita di coordinazione e demenza.


1988: preoccupazione per la catena alimentare Il governo istituisce il gruppo di lavoro Southwood per esaminare le preoccupazioni che l'ESB stia entrando nella catena alimentare umana. Il presidente, Sir Richard Southwood, riteneva che la BSE fosse probabilmente trasmessa ai bovini in seguito ai cambiamenti nella preparazione di alimenti per animali alla fine degli anni '70. Viene introdotto un divieto all'uso di mangime per carne e ossa e una politica di abbattimento per tutti i bovini colpiti. Anche l'uso del latte per il consumo umano da mucche sospette è vietato. In ottobre è stato riportato nel registro veterinario che la BSE potrebbe essere trasmessa ai topi a seguito dell' inoculazione del tessuto cerebrale infetto. Due mesi dopo l'ESB è ufficialmente designata come una zoonosi, una malattia che potrebbe essere trasmessa dagli animali all'uomo. Casi di BSE nel Regno Unito: 2.225


A maggio il capo del servizio medico Sir Donald Acheson rilascia una delle prime assicurazioni che la carne bovina britannica è sicura da mangiare. Il ministro dell'Agricoltura John Selwyn Gummer appare davanti ai media per mangiare un hamburger con sua figlia Cordelia nel tentativo di calmare il panico sul manzo britannico. A settembre i ricercatori hanno annunciato la trasmissione in laboratorio di BSE a un maiale. Un comitato governativo informa che non vi sono implicazioni per la salute umana ma, come precauzione per la salute degli animali, vieta "le frattaglie bovine specificate" in tutti i mangimi. Vengono inoltre introdotte nuove disposizioni per la conservazione dei registri che richiedono agli allevatori di bestiame di conservare i registri di riproduzione. Casi di BSE: 14.407


1992: picco di casi di BSE Picchi di casi di BSE: tre mucche su 1000 in Gran Bretagna hanno la malattia. A marzo un comitato governativo prende in considerazione le ultime ricerche sulla BSE e conclude che le misure in vigore forniscono adeguate garanzie per la salute umana e animale. Nel 1993 Sir Kenneth Calman, capo ufficiale medico, ripete l'assicurazione che la carne bovina britannica è sicura da mangiare. Nel 1994 l'uso di proteine animali nei mangimi è vietato in tutta l'UE, ad eccezione della Danimarca. La Commissione europea consente di esportare carne bovina esclusivamente da bovini certificati provenienti da allevamenti in cui non vi è alcun segno di BSE nei precedenti 6 anni. Casi di BSE: 37.280


1995: prima morte Umano del CJD Stephen Churchill, 19 anni, diventa la prima vittima conosciuta di una nuova variante della malattia di Jakobs di Creutzfeld (vCJD). In questa fase gli scienziati governativi rifiutano una connessione tra vCJD e BSE. Il governo introduce controlli più severi sulla tenuta dei registri degli agricoltori e vieta la rimozione di cervelli, occhi e midollo spinale nei macelli. Gli impianti che trasformano le frattaglie di origine bovina devono farlo in aree dedicate lontane dalle linee di produzione alimentare. Casi di BSE: 14.562 vCJD decessi: 3

Il 20 marzo il governo conservatore annuncia che è stato stabilito un probabile legame tra BSE e vCJD. Ma il Comitato consultivo per l'encefalopatia spongiforme (SEAC) del governo conclude che la spiegazione più probabile è che i casi di vCJD sono legati all'esposizione alla BSE prima dell'introduzione del divieto delle frattaglie bovine nel 1989. Una settimana dopo l'Unione Europea vieta tutte le esportazioni di carne bovina britannica. 25 marzo1996 L'Unione Europea vieta tutte le esportazioni di carne bovina britannica. Il giorno seguente il governo annuncia controlli più rigorosi sulla BSE. Viene introdotto un programma di macellazione di 30 mesi al fine di garantire che tutte le mucche di età superiore ai 30 mesi al momento della macellazione non entrino nella catena alimentare umana o animale. Il primo ministro John Major dichiara "guerra della carne" al vertice di Firenze, pronosticando che il divieto dell'Unione europea sarà revocato entro la fine dell'anno. Vengono anche introdotti i passaporti per i bovini. Casi di BSE: 8.149 Morti CJD: 10


22 dicembre 1997: divieto di consumo di carne bovina. Viene annunciata un'inchiesta ufficiale sulla crisi della BSE.Viene introdotta una selezione selettiva di bovini più a rischio di BSE nel tentativo di convincere l'UE a revocare il divieto di esportazione della carne bovina britannica. Viene istituito un forum sulla BSE di veterinari, autorità locali, scienziati e funzionari pubblici al fine di sviluppare un approccio integrato a tutti i controlli sulla BSE che sono stati introdotti. I ricercatori governativi concludono che vi sono "alcune prove" di trasmissione materna diretta di BSE. A giugno il governo annuncia un nuovo sistema informatizzato di rintracciamento del bestiame. Una nuova ricerca scientifica a settembre identifica anche un legame tra BSE e vCJD. I parenti delle vittime del CJD firmano una lettera aperta pubblicata nel New Statesman in cui chiedono un'inchiesta giudiziaria pubblica sull'ESB. A dicembre la vendita di carne bovina con l'osso è vietata nel Regno Unito. L'indagine sulla BSE è impostata per "rivelare gli eventi e le decisioni che hanno portato alla diffusione di CJD e BSE".


Casi di BSE: 4.393 vCJD decessi: 10 12 ottobre 1998: inizia l'inchiesta su BSE. Sir Kenneth Calman: "Sicuro non significa che non ci sono rischi". Le udienze pubbliche nella crisi della BSE iniziano a marzo. Una delle prime persone a testimoniare è Roger Tomkins, la cui figlia Clare, una vegetariana per 12 anni, era stata diagnosticata con vCJD. Lei muore il mese seguente. Sir Kenneth Calman, ex chief medical officer, critica l'ex capo veterinario Keith Meldrum per non aver trasmesso prove vitali dei pericoli posti dall'ESB. Sir Kenneth dice anche che le sue stesse rassicurazioni al pubblico sul fatto che la carne era sicura da mangiare non significava che non c'era alcun rischio. L'inchiesta viene ascoltata anche da famiglie di altre vittime della VCJD. Dicono che l'NHS tratta le vittime con insensibilità e spiega come hanno dovuto accettare il calco dei corpi dei loro cari prima della sepoltura. A settembre viene avviato il sistema di rintracciamento del bestiame e due mesi dopo i ministri dell'agricoltura dell'UE decidono di abolire il divieto di esportazione di carne bovina britannica. L'anno successivo viene introdotta una selezione obbligatoria di bovini nati dal 1o agosto 1996 o successivamente a casi di BSE confermati prima del 25 novembre 1998.

Casi di BSE: 3.235 vCJD decessi: 18



2000: report BSE completato L'indagine sulla BSE completa il suo rapporto. È passato al governo in ottobre. L'epidemia di BSE ha raggiunto il picco nel 1992/93 ed è ora al livello più basso da quando sono iniziate le registrazioni nel 1988. Dal 1996 circa 4,5 milioni di bovini sono stati macellati per prevenire la diffusione della malattia. Questo ha costato più di £ 1,4 miliardi in compenso agli agricoltori. Inoltre è costato al governo più di 575 milioni di sterline per lo smaltimento delle carcasse. Da quando vCJD, è stato identificato nel 1995 circa 77 persone sono morte della malattia e molti altri casi sono stati identificati. Le esportazioni di carni bovine restano ancora solo una frazione del loro livello prima che la Commissione europea vietasse le vendite all'estero nel 1996. Sebbene la CE abbia revocato il divieto nel 1998, la Francia continua a rifiutarsi di importare carne bovina britannica.


L'incidenza dell'ESB è diminuita drasticamente dall'inizio degli anni '90. Tuttavia, le cifre confermate sull'ESB non presentano necessariamente un quadro accurato della malattia, poiché molti bovini portatori di BSE possono essere stati macellati prima che la malattia potesse essere identificata. 4,5 milioni di bovini sono stati macellati nel Regno Unito , introdotto nel 1996. Altri 77.000 sono stati abbattuti nell'ambito del programma di abbattimento selettivo del governo - introdotto all'inizio del 1997. Diverse migliaia di bovini sono stati macellati o in attesa di macellazione, nell'ambito della raccolta della progenie dell'ESB, introdotta nel 1999.


Decessi CJD nel Regno Unito dal 1995 al 2000 Finora ci sono stati circa 80 casi certi e probabili di VCJD. Le opinioni sono divise sulle probabili dimensioni di un'epidemia umana. Alcuni scienziati ritengono che la malattia potrebbe aver raggiunto il suo picco già. Mentre altri indicano il lungo periodo di incubazione della malattia e suggeriscono che migliaia potrebbero essere colpiti in futuro.


da http://crossbowcommunications.com/mad-cow-disease-now-a-symptom-of-environmental-contamination/

Attualità...
Cerca per etichetta...
Seguici su...
  • Facebook Basic Black
  • Twitter Basic Black
Archivio