Editoriale #131

Il premier Conte fa un discorso agli italiani in una conferenza stampa (ma perchè non l'ha fatto in Parlamento...?) «Non mi presterò a vivacchiare o galleggiare», ha scandito ieri Conte a metà del suo discorso, arrivando al punto nodale «Se non ci fosse una chiara assunzione di responsabilità e se i comportamenti non fossero conseguenti, molto semplicemente rimetterò il mio mandato nelle mani del presidente della Repubblica che ringrazio per consigli che mi ha sempre dato».

Andare ad elezioni è sempre un rischio, e le ultime esperienze (Bersani-Letta prima, Cottarelli-Conte dopo) non danno grandi garanzie affinché si possa subito insediare un esecutivo pronto a fare subito la cosa più difficile di tutte, la Manovra di Bilancio 2020 con tutti i rischi che ci portiamo dietro (Iva, debito, Pil e quant’altro). Meglio aspettare per una crisi di governo la primavera dell'anno prossimo

Salvini risponde immediatamente a Conte “NOI CI SIAMO” «La Lega non ha mai smesso di lavorare, evitando di rispondere a polemiche e anche insulti, e gli italiani ce lo hanno riconosciuto con 9 milioni di voti» «Siamo pronti, vogliamo andare avanti e non abbiamo tempo da perdere: la Lega c’è»

Luigi Di Maio, «Il Movimento 5 Stelle è la prima forza politica di maggioranza e ha sempre sostenuto questo Governo. Lo abbiamo sempre fatto lealmente e crediamo che ci sia ancora tanto da fare e soprattutto un contratto da rispettare. Noi siamo leali, vogliamo metterci subito al lavoro e crediamo che i fatti siano la migliore risposta in questo momento». Per Di Maio da domani serve immediatamente un vertice di Governo dove impostate da subito tre punti chiave: «la revisione dei vincoli europei per abbassare finalmente le tasse agli italiani anche con la Flat Tax; il salario minimo orario per i lavoratori italiani; il provvedimento sugli aiuti alle famiglie che fanno figli». Tutto questo ha un costo immenso per il Paese, che drammaticamente stanno pagando gli italiani. Ciò che Conte non ha detto è il bilancio disastroso di questi 12 mesi di governo giallo-verde e che vede oggi un Paese cha ha più debiti, meno crescita, meno lavoro e meno investimenti. Il governo ha reso più poveri milioni di italiani, lavoratori, operai, pensionati colpiti dalle chiacchiere ma in realtà lasciati soli», è invece il durissimo commento del Segretario Pd Nicola Zingaretti.

Il contratto di governo è carta straccia, ma riconoscerlo sarebbe suicida. Si temporeggia confidando che il tempo logori l'avversario. In realtà nè Lega n+ M5S pensano al Bene dell'Italia , ma solo alla loro sopravvivenza.

La commissione UE sanziona l'Italia per il suo debito eccessivo

Questo "può influenzare negativamente il potenziale di crescita dell'Italia", ha detto la commissione che aggiunge che "l’assenza di politiche di bilancio prudenti espone il Paese a shock di fiducia sui mercati, con un impatto negativo su economia reale e crescita".

La commissione respinge la tesi che sia stata la minor crescita a far aumentare il buco del debito così si "spiega solo in piccola parte la mancata riduzione del debito", per Bruxelles sono le scelte politiche del governo ad aver influito. In primis 'quota 100', la riforma delle pensioni e col rallentamento del Pil è arrivato un "effetto negativo su fiducia e accesso al credito".

Il debito italiano: 38.400 euro per abitante

Il debito italiano è il secondo dell’Unione, ha un peso pari a 38.400 euro per abitante.

Il debito pubblico italiano è salito dal 131,4% del prodotto interno lordo nel 2017 al 132,2% nel 2018 e la commissione stima che salirà al 133,7% quest'anno e al 135,2% nel 2020.

Pierre Moscovici, vicepresidente della commissione e commissario europeo per gli affari economici e monetari ha detto che, comunque, se l'Italia cambia rotta la Commissione è pronta a rivedere l'analisi sul debito italiano. "La mia porta è aperta", ha detto Moscovici.

Il primo ministro italiano Giuseppe Conte, in queste ore in visita in Vietnam, ha detto durante un punto stampa che farà di tutto per evitare la procedura d'infrazione.

Ecco la risposta di Conte come al solito fumosa:

http://www.governo.it/it/articolo/rapporto-della-commissione-europea-nota-della-presidenza-del-consiglio/12038

PD è diventato un partito urbano, con pochi operai e molti laureati...

Ormai superato l’antichissimo arroccamento nelle “zone rosse”, come successo a molti altri partiti progressisti in giro per il mondo il PD è diventato ormai un partito urbano – votato soprattutto da persone in relativa tranquillità economica e con un alto livello di istruzione.

È alta infatti la correlazione fra regioni con parecchi laureati e voto ai democratici, anche se si tratta di un legame che esiste solo al nord.

Le preferenze politiche degli italiani il cui livello di studio arriva al più alla scuola media – che nel 2018 secondo Istat erano 25 milioni e mezzo fra chi ha almeno 15 anni – sono meno ovvie. Nessun partito risulta avere correlazioni particolarmente forti con questo gruppo, né nell’Italia settentrionale né altrove.

Fusione FCA e Renault annullata. Il governo francese non vuole e non può permettere che una azienda di fatto da lui controllata gli sfugga di mano. Per l'Italia poco cambia, prima o dopo il controllo e gli interessi di FCA saranno oltre le Alpi ed Oltremare.

Trump alla May "pronto ad un accordo di sostanza"

May a Corbyn e Khan, 'relazione con Usa va difesa' - Theresa May ha glissato oggi su una domanda riguardo all'epiteto di "perdente totale" rivolto da Donald Trump al sindaco laburista di Londra, Sadiq Khan. Mentre si è rivolta in tono critico verso lo stesso Khan e verso il leader del Labour, Jeremy Corbyn, dicendo che la partnership speciale fra Gran Bretagna e Usa va "salvaguardata" come garanzia per "la sicurezza nazionale" del Regno e considerata un'alleanza "di cui andare orgogliosi". "Non è un buon sindaco". Così il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha risposto in conferenza stampa a una domanda sul sindaco di Londra Sadiq Khan che ieri aveva definito in un tweet "un perdente totale". Dopo la replica del sindaco che lo ha definito a sua volta come modello di una visione politica "ripugnate", Trump ha aggiunto che un sindaco di Londra non dovrebbe criticare un rappresentante degli Usa. Trump, inoltre, ha descritto il leader dell'opposizione laburista, Jeremy Corbyn, una "forza negativa", e aggiunto che Corbyn ha chiesto di incontrarlo ma che lui ha declinato.

Sommario

L’accelerazione di Calenda e la competition di Renzi






Attualità...
Cerca per etichetta...
Seguici su...
  • Facebook Basic Black
  • Twitter Basic Black
Archivio

Altri link dell'arcipelago progressista lombardo...

Ti è piaciuto quello che hai letto...? Con questo blog istituzionale dei Progressisti Lombardi, CONTIAMO ANCHE SU DI TE per darci una mano per migliorare il nostro, che è anche il Tuo mondo progressista! Con un click puoi fare una donazione libera e aiutarci a condividere sul blog informazioni, studi, ricerche che ci aiutino a far crescere insieme l'ecosistema progressista lombardo!

© 2015 "Progressisti Lombardi" di Silvano Zanetti, Milano