Cap 2. Prodi e la coalizione di centrosinistra Uniti nell’Ulivo.





…………………………………………………………………………………..


Prodi ruppe gli indugi nell'estate del 2003 quando, per le elezioni europee del 2004, propose a tutti i partiti della coalizione di presentarsi sotto un unico simbolo, il simbolo dell'Ulivo tanto caro al Professore che – egli sostenne - "per gli italiani significa buon governo e cambiamento".

I DS si mostrano disponibili ad aderire all'appello, ma la coalizione si divise: oltre ai DS si associarono all'appello di Prodi la Margherita, i Socialisti Democratici Italiani ed il piccolo Movimento Repubblicani Europei, mentre non furono disponibili i Comunisti Italiani, i Verdi e l’Udeur, oltre a Rifondazione Comunista, che pure mostrava un avvicinamento al Centrosinistra ormai acquisito. L'Italia dei Valori, invece, era disponibile, ma fu esclusa su esplicita richiesta dei socialisti. I DS, dopo aver chiesto invano che questa lista comprendesse tutti, decisero di dare avvio al progetto della lista unica con tutte le forze disponibili anche se la corrente di sinistra del partito il Correntone rimaneva in allerta e denunciava continui "cedimenti verso il centro" su temi come la politica estera, la partecipazione alla II guerra in Iraq, la scuola, il lavoro e le pensioni.

Alla fine la lista Uniti nell’Ulivo alle elezioni europee del 2004 ottenne il 31% dei consensi.

........................................................................................................

1.7 - I Cattolici Centristi


Il 6 dicembre 2002 si fusero tre soggetti politici, nati dalle ceneri della vecchia Democrazia Cristiana: il Centro Cristiano Democratico (CCD), fondato dalla persona che diverrà il leader della nuova formazione politica di centro, Pier Ferdinando Casini; i Cristiani Democratici Uniti (CDU), partito fondato da Rocco Bottiglione nel 1995; la Democrazia Europea, un movimento neo-centrista nato nel 2001: essi fondarono un nuovo partito politico che chiamarono “Unione dei Democratici Cristiani e di Centro” (UDC).

L'UDC, dunque, fu l'ultima espressione della frantumazione post Tangentopoli avvenuta nella DC.

Archivio